Eni sigla un accordo con con INA per cessione attività upstream in Croazia

Eni ha anche completato la cessione a Mubadala Petroleum di una quota del 10% nella concessione di Shorouk, nell’offshore in Egitto

di Enzo Lecci, pubblicato il
Eni ha anche completato la cessione a Mubadala Petroleum di una quota del 10% nella concessione di Shorouk, nell’offshore in Egitto

Buone notizie per Eni. Il Cane a Sei Zampe e INA-INDUSTRIJA NAFTE, d.d. hanno firmato un accordo che consente a quest’ultima di acquistare il 100% di Eni Croatia b.v. La produzione corrente di gas della società ceduta ammonta a circa 2.500 barili di olio equivalente al giorno. L’acquisizione è soggetta all’approvazione da parte delle Autorità competenti.

La fornitura di gas naturale dalla Croazia al mercato italiano sarà garantita grazie alla sigla di un accordo commerciale tra INA ed Eni, in base al quale il gas prodotto dal giacimento Marica continuerà ad essere trasportato in Italia. Con questo accordo, in linea con il piano di razionalizzazione del portafoglio mediante vendita degli assets marginali, Eni esce dal business Upstream in Croazia, dove è presente dal 1996 in partnership con INA-INDUSTRIJA NAFTE d.d..

Sempre oggi Eni ha anche reso noto di aver completato la cessione a Mubadala Petroleum di una quota del 10% nella concessione di Shorouk, nell’offshore in Egitto.

Il titolo Eni in borsa sta segnando una progressione dello 0,25% contro un Ftse Mib in rialzo dello 0,85%.

Argomenti: Eni