Eni poco mossa: ritardi nel Mar Caspio

di , pubblicato il

Eni conferma i target per quanto riguarda la chimica e viaggia in territorio positivo nonostante le indiscrezioni pubblicate dal Wall Street Journal. Secondo la testata Usa si profilerebbero dei ritardi per il giacimento Kashagan nel Mar Caspio a dispetto di diverse dichiarazioni dell’Amministratore Delegato del Cane a sei zampe, Paolo Scaroni, che andavano nel senso della chiusura delle operazioni già a giugno. Il Wall Street Journal cita un esponente del consorzio NCOC, secondo cui i flussi rilevanti arriveranno solo nel 2014, anche se questo rimane comunque in linea con le aspettative. Il titolo Eni a Piazza Affari guadagna lo 0,86% a 17,50 euro.

Argomenti: ,