Eni: nuova licenza esplorativa nell’offshore dell’Egitto

Eni in rialzo a Piazza Affari dopo la notizia del nuovo contratto di licenza aggiudicato in Egitto

di Enzo Lecci, pubblicato il
eni

Buone notizie per Eni. Il cane a sei zampe ha reso noto di essersi aggiudicata una licenza esplorativa prolifico bacino del Delta del Nilo orientale, nell’offshore dell’Egitto. Il bacino, denominato “Nour”, si trova a circa 50 chilometri dalla costa e si estende su un’area di circa 739 chilometri quadrati con una profondità d’acqua che va da 50 a 400 metri. Eni prevede di procedere con la perforazione di un pozzo esplorativo nella seconda metà del 2018. Questa nuova acquisizione rafforza ulteriormente la posizione di Eni in Egitto, un’area di importanza storica e strategica per la società. Nour è operato da Eni, attraverso la sua controllata IEOC. Nella concessione, che è in partecipazione con Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS), Eni detiene una quota dell’85%. L’altro partner nella concessione è Tharwa Petroleum Company, con il restante 15%.

Il titolo Eni in borsa sta segnando una progressione dello 0,65%.

Argomenti: Eni