Eni in Mozambico: 4 mld dai cinesi per Area 4

Con questa operazione Eni avrà modo di entrare nel mercato cinese

di Carlo Robino, pubblicato il

Eni attende positiva il piano strategico 2013-2016 guadagnando l’ 1,84% a 18,26 euro. Intanto il Cane a sei Zampe comunica di aver ceduto al colosso petrolifero cinese Cnpc una quota del 20% del giacimento offshore Area 4 in Mozambico. La trattativa era entrata nel vivo negli ultimi giorni (Eni in Mozambico: vicina la partnership con i cinesi) e frutterà ad Eni 4,21 miliardi di dollari. “L’entrata di Cnpc nell’Area 4 ha valenza strategica per il progetto in considerazione della rilevanza del nuovo partner nei settori upstream e downstream a livello mondiale” spiega Eni in un comunicato. Eni resterà proprietaria del 50% dell’Area 4 che vede nel proprio capitale la partecipazione di Enh, la compagnia nazionale del Mozambico, per un 10%, di Kogas per 10% e di Galp Energia per la stessa quota. Con questa operazione Eni e Cnpc daranno il via ad un solido rapporto, infatti i due gruppi informano  di avere firmato “un Joint Study Agreement per la cooperazione finalizzata allo sviluppo del blocco a shale gas denominato Rongchang, che si estende per circa 2.000 chilometri quadrati nel Sichuan Basin, in Cina“.

Argomenti: Borsa Milano, Eni