Eni e il mistero della quota del Tesoro. Troppe incertezze sulla vendita

Equita e Banca Akros si interrogano sulla vendita di una quota del Tesoro

di , pubblicato il

eniI fatti sono oramai al centro del dibattito odierno che si sta sviluppando sui mercati: il Tesoro italiano, nell’ambito dell’imminente piano di privatizzazioni, avrebbe intenzione di vendere una quota posseduta in Eni per il motivo più vecchio del mondo: fare cassa.

Se le indiscrezioni sono note, meno noti sono invece i dettagli. In merito all’operazione, infatti, possono essere aperte almeno due domande: in che modo e quando potrà andare in porto tale vendita? Partiamo dalla situazione attuale. Il Tesoro ha in mano il 3,9% di Eni a cui si deve poi aggiungere il 26,4% controllato dalla Cassa Depositi e Prestiti. Sommano le due quote si arriverebbe al 30,3%. E’ facile intuire che se il Tesoro cedesse la sua quota, lo stato italiano scenderebbe al di sotto della soglia del 30%.

E’ quindi su questa questione che sorgono i primi dubbi degli analisti. Secondo Banca Akros una simile operazione potrebbe avvenire dopo il completamento del programma di acquisto di azioni proprie varato da Eni che porterà lo Stato a raggiungere il 33,5% del colosso degli idrocarburi. Insomma il buy back potrebbe essere lo strumento con cui compensare il calo della quota in mano al governo. E’ chiaro che se si considera questa variabile sui tempi della vendita della quota statale non ci possono essere indicazioni precise. 

 

APPROFONDISCI – Eni: il Tesoro pensa al buyback per tagliare la quota

 

L’opinione di Banca Akros non è affatto condivisa dalla sim milanese Equita secondo la quale non è possibile pensare che il piano di acquisto di azioni proprie possa essere usato con questa finalità di compensazione poichè vanno considerate anche altre variabili come la remunerazione degli azionisti. Due pareri diversi, quindi, da parte di due istituti di analisi differenti che lasciano trapelare come la partita per la possibile cessione della quota di Eni sia ancora tutta da giocare. Forse è anche per questo che i rumors che da questa mattina impazzano sulla stampa economia fanno si pensare ma certamente non portano ad alcun movimento significativo a Piazza affari.

 

Rating Eni: i giudizi degli analisti citati in questo articolo

Eni: Equita conferma Rating e Target

Eni: Banca Akros conferma Rating e Target

 

Argomenti: ,

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.