Enel: raggiunto accordo per 3.500 prepensionamenti

Siglata ieri l'intesa di massima con le sigle sindacali. Il gruppo prevede 1.500 assunzioni

di Carlo Robino, pubblicato il

Enel e sindacati hanno raggiunto un accordo riguardante il prepensionamento volontario per un massimo di 3.500 dipendenti. Il quadro di intensa, rende noto un comunicato della Uiltec, è stata siglato nella tarda serata di ieri tra l’azienda e le sigle sindacali Filctem, Femca e Uiltec. L’accordo secondo il segretario confederale Uil, Paolo Pirani, rappresenta una novità sullo scenario italiano. Non verranno utilizzati ammortizzatori sociali (Cassa Integrazione e Mobilita’) e i lavoratori Enel saranno davvero liberi nella loro scelta di ritirarsi dal mondo del lavoro. I dipendenti pensionabili o che comunque saranno in grado di raggiungerla in un termine di 48 mesi godranno di un incentivo all’uscita. La carenza occupazionale di Enel sarà bilanciata da un piano di assunzioni per 1.500 unità. Per Pirani si tratta di “un risultato importante che consente di
restituire ai lavoratori la possibilita’ di andare in pensione senza penalizzazioni“.

Argomenti: Borsa Milano, Enel