Enel: intesa con Regione Toscana per il geotermico

Si punta allo sfruttamento delle aree geotermiche della regione. L'intesa riguarda anche la mobilità elettrica e le smart grids

di , pubblicato il

Mentre in scia al debole andamento del Ftse Mib Enel scivola a Piazza Affari (-1,57%), il colosso energetico ha reso noto di aver siglato un protocollo di intesa con Regione Toscana per lo sviluppo della geotermia. L’accordo firmato dall’ad di Enel Fulvio Conti e dal presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, punta alla “crescita sociale ed economica” dei territori geotermici in particolare l’area di Lardarello e quella amiatina dove, con la nuova centrale geotermoelettrica Bagnore 4, verra’ completato il programma di 112 megawatt di nuova potenza prefigurato in un precedente accordo del 2007.

Oltre all’impegno comune per lo sviluppo della ricerca scientifica e dell’alta formazione nel settore, l’intesa prevede anche la possibilita’ di ulteriori collaborazioni sui temi della mobilita’ elettrica e delle smart grids, gia’ oggetto di sperimentazioni nel centro ricerche Enel di Pisa.

Argomenti: ,