Enel Green Power in rosso: il geotermico all’esercito Usa?

La società parteciperà alle gare per la fornitura di energia pulita all'esercito Usa. Intanto il titolo è in forte ribasso a Milano

di Carlo Robino, pubblicato il

Enel Green Power ha reso noto di essere stata selezionata fra le cinque società che parteciperanno alle gare indette dall’esercito Usa per la fornitura di energia geotermica (Power Purchase Agreements – PPA). Il Centro di Supporto del Genio militare statunitense ha messo a punto un contratto di appalto che sarà finalizzato alla fornitura di energia rinnovabile per circa 30 anni, sfruttando impianti sviluppati, finanziati, costruiti e gestiti da aziende private. L’amministratore delegato di Enel Green Power Francesco Starace non nasconde la soddisfazione: “siamo orgogliosi di avere la possibilità di contribuire a sostenere gli sforzi dell’Esercito USA per il raggiungimento dei loro obiettivi di energia pulita”. Nel Nord America Enel Green Power dispone di due impianti geotermici di cui uno, quello di Stillwater, rappresenta il primo ibrido geotermico – solare. In questo momento è in corso di costruzione un terzo impianto a Cove Fort, nello Utah, che sfrutterà l’abbinamento energia geotermica – fotovoltaico. Intanto Enel Green Power a Piazza Affari, complice la seduta caratterizzata dalle vendite, cede il 2,02% a 1,649 euro per azione.

Argomenti: Borsa Milano, Enel Green Power