doBank: piano industriale 2018-2020, ecco i target

Sono tre i pilastri del piano industriale di doBank al 2020

di Enzo Lecci, pubblicato il
Sono tre i pilastri del piano industriale di doBank al 2020

Via libera dal consiglio di amministrazione di doBank al piano industriale dell’istituto. Il piano 2018-2020 sarà basato su una strategica ridefinizione societaria della banca che mira a far si che, dal 2019, doBank prenda la forma di una società di servizi di servicing quotata (ai sensi della normativa che regola il settore del recupero crediti). Le linee strategiche del piano industriale 2018-2020 di doBank sono tre:

  • il rafforzamento della leadership di mercato nel servicing di bad loans e unlikely-to-pay (UTP) in Italia
  • lo sviluppo del mercato del servicing greco, facendo leva sulle competenze distintive di doBank
  • un piano di riduzione dei costi e significativi investimenti ICT volti a migliorare l’efficienza della società

Per quello che riguarda i target 2018 le previsioni puntano su ricavi pari a 230 milioni di euro contro i 213 milioni del 2017 e su un aumento del margine operativo lordo ordinario. Per l’intero piano al 2020, invece, sono previsti ricavi di gruppo in crescita tra l’8% ed il 9% in media tra il 2017 ed il 2020 e un margine operativo lordo di gruppo in crescita di oltre il 15 in media.

doBank oggi in borsa sta segnando una flessione dello 0,82%.

Argomenti: doBank