Dividendo World Duty Free 2014 non riconosciuto, utile e ricavi in 2013 in crescita

World Duty Free lascia con l'amaro in bocca i suoi azionisti: nessuna cedola nonostante i buoni risultati 2013

di Enzo Lecci, pubblicato il

World Duty FreeNessun dividendo per World Duty Free nel 2014. E’ questa la decisione del consiglio di amministrazione della quotata che oggi si è riunito per approvare i risultati 2013 del gruppo. Nonostante l’assenza di una cedola, i risultati che il gruppo ha conseguito nel corso dello scorso esercizio non sono affatto negativi. I ricavi World Duty Free 2013 si sono infatti attestati a quota 2.08 miliardi di euro, il 7,1% in più rispetto a quelli conseguiti nel 2012. In crescita anche l’Ebitda che è passato a 254,8 milioni di euro, lo 0,6% in più rispetto a un anno fa considerando il dato cambia costanti (in calo del 2,9% a cambi correnti). Performance soddisfacente anche per l’utile netto World Duty Free che nell’ultimo anno è salito a 105,8 milioni di euro da 100,7 mln nel 2012 (più 10,2% a cambi costanti e più 5,1% a cambi correnti).

Per finire, per quanto concerne l’indebitamento netto della quotata, c’è da segnalare che la a fine 2013 la posizione finanziaria netta era negativa per 1,027 miliardi di euro, in aumento di 478 milioni rispetto al debito di fine 2012.

Argomenti: Borsa Milano, Trimestrali, World Duty Free