Dividendo Sabaf 2016 a 0,48 euro, utile netto 2015 sale a 9 milioni di euro

I buoni risultati 2015 che Sabaf ha messo a segno non bastano alla quotata che è al centro di vendite

di Enzo Lecci, pubblicato il

dividendo SabafIl consiglio di amministrazione di Sabaf ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo 2016, relativo ossia all’esercizio 2015, pari a 0,48 euro per azione. La data di stacco della cedola è stata fissata per il 23 maggio con pagamento a partire dal successivo 25 maggio. La consistenza della cedola del dividendo Sabaf è il frutto dei buoni risultati 2015 che la quotata ha messo a segno. Nell’esercizio che si è appena concluso, infatti, le vendite Sabaf hanno raggiunto i 138 milioni di euro facendo registrare un aumento dell’1,2% grazie soprattutto alla crescita dei bruciatori; l’Ebitda Sabafè stato pari a 26,2 milioni di euro ed ha rappresentato il 19% del fatturato (26 milioni di euro nel 2014, pari al 19% delle vendite, +0,8%); l’Ebit ha raggiunto i 14,1 milioni di euro, pari al 10,2% del fatturato (13,2 milioni di euro nel 2014, pari al 9,7% delle vendite, +7%) e l’utile Sabaf è stato di 9 milioni di euro, pari al 6,5% del fatturato (8,3 milioni di euro nel 2014, 6,1% delle vendite, +7,9%). Per finire, al 31 dicembre 2015 l’indebitamento finanziario netto è pari a 25,9 milioni di euro, contro i 26,9 milioni di euro del 31 dicembre 2014, mentre il patrimonio netto ammonta a 111 milioni di euro; il rapporto tra l’indebitamento finanziario netto e il patrimonio netto è pari a 0,23 contro lo 0,24 del 2014.

In scia alla pubblicazione dei conti, Sabaf a Piazza Affari sta segnando una flessione dell’1,51%.

 

LEGGI ANCHE – Dividendi 2016 deliberati fino ad oggi (in aggiornamento)

Argomenti: Dividendi, Famiglie, Sabaf, Trimestrali