Dividendo Prysmian 2014 a 0,420 euro, utile 2013 a -8,6%. Titolo a picco

Cala anche l'utile di Prysmian nel 2013 e Piazza Affari punisce subito la quotata

di , pubblicato il

prysmianTutto come previsto in casa Prysmian. Il cda della quotata, infatti, ha deciso di proporre all’assemblea un dividendo Prysmian 2014 (relativo ossia all’esercizio 2013) pari a 0,420 euro. La consistenza della cedola è pari a quella che abbiamo ipotizzato questa mattina. Le stime degli analisti, infatti, parlavano di una conferma dei dividendi Prysmian a quota 0,42 euro per azione, praticamente lo stesso ammontare dello scorso anno (esercizio 2012).

 

Data di stacco dividendo Prysmian 2014

Due sono le date che i possessori di azioni Prysmian dovranno ricordare: il 22 aprile e il 25 aprile. Il 22 aprile, infatti è previsto lo stacco della cedola con pagamento a partire dal successivo 25.

 

Risultati Prysmian: nel 2013 calano ricavi e utile

Per Prysmian si tratta di una notizia sicuramente positiva anche il suo effetto è decisamente stemperato da quelli che sono i numeri 2013 della quotata. Nell’esercizio che si è appena concluso, infatti, i ricavi Prysmian e l’utile Prysmian hanno fatto segnare una contrazione rispetto ai livelli di un anno fa. Nello specifico i Ricavi di Gruppo sono ammontati a €7.273 milioni con una variazione organica pari a -3,1% rispetto al 2012, a parità di perimetro e al netto delle variazioni del prezzo dei metalli e cambi.

L’EBITDA rettificato di Gruppo è ammontato a €612 milioni, con una diminuzione del 5,5% rispetto al 2012 principalmente attribuibile all’effetto negativo dei cambi che ha impattato per €23 milioni, oltre al calo delsettore Telecom.

L’EBITDA di Gruppo è ammontato a €562 milioni in miglioramento del 2,9% rispetto a €546 milioni del 2012. L’EBITDA include oneri netti non ricorrenti pari a €50 milioni (€101 milioni del 2012) principalmente riconducibili a costi relativi a progetti di riorganizzazione e di efficienza industriale.Il Risultato operativo rettificato di Gruppo è ammontato a €457 milioni verso €483 milioni del 2012 (-5,4%). Il Risultato operativo è stato di €360 milioni (pressoché invariato rispetto a €362 milioni del 2012).

L’Utile netto rettificato è ammontato a €268 milioni rispetto a €280 milioni del 2012, con un rapporto sui Ricavi sostanzialmente stabile (3,7% nel 2013 vs 3,6% nel 2012). L’Utile netto è stato pari a €154 milioni rispetto a €169 milioni del 2012 (-8,6%).La Posizione finanziaria netta a fine dicembre 2013 ammontava a €834 milioni, in ulteriore miglioramento rispetto a €918 milioni del 31 dicembre 2012.

 

La reazione del mercato

A seguito della pubblicazione dei risultati 2013, Prysmian a Piazza Affari sta cedendo il 3,36%.

Argomenti: , ,