Dividendo Mediaset 2013 non riconosciuto, maxi perdita nel 2012

Per la prima volta dalla quotazione a Piazza Affari, Mediaset ha chiuso in perdita un esercizio a causa della contrazione della raccolta pubblicitaria. Troppo timidi i segnali di stabilizzazione nel 2013

di Enzo Lecci, pubblicato il

Come già anticipato dalle stime degli analisti e dalla stessa società, quest’anno i possessori di azioni Mediaset resteranno a mani vuote. Il cda del Biscione, infatti, non ha riconosciuto alcun dividendo Mediaset 2013 (relativo ossia all’esercizio 2012). Il digiuno remunerativo è il frutto dei noti problemi che la quotata ha attraversato durante l’anno che si è appena concluso, il primo in perdita nella storia del gruppo di Cologno Monzese.

La grande responsabile della crisi di Mediaset è stata la caduta della raccolta pubblicitaria provocata dalla grave crisi economica che sta colpendo i mercati principali in cui opera la società: la Spagna e chiaramente l’Italia. 

I mercati pubblicitari dei due paesi, infatti,  hanno subìto nel 2012 una perdita complessiva di 1,6 miliardi di euro con effetti rilevanti sui ricavi del Gruppo. A fronte di questo andamento, grazie alla determinazione delle concessionarie Publitalia e Publiespaña, Mediaset ha sostanzialmente mantenuto le proprie quote del mercato tv. Tuttavia i ricavi consolidati si sono ridotti a 3.720,7 milioni di euro (con un calo di 529,5 milioni rispetto al 2011), in linea con l’andamento dei due comparti pubblicitari e in proporzione alle quote detenute da Mediaset nei rispettivi Paesi.

 

Storico dividendi Mediaset

 

 

Risultati Mediaset 2012: le indicazioni del bilancio al 31 dicembre

Nonostante il pessimo quadro  economico emerso nel 2012, soprattutto in relazione al settore media, il Gruppo Mediaset nel corso dell’esercizio ha generato cassa, ridotto l’indebitamento senza rinunciare a investimenti e ha operato tutti gli interventi di ristrutturazione necessari alla creazione delle migliori condizioni per affrontare un 2013 ancora difficile.

 

Ricavi Mediaset 2012 – I ricavi netti consolidati del Gruppo Mediaset ammontano a 3.720,7 milioni di euro rispetto ai 4.250,2 milioni del 2011.

Ebit Mediaset 2012 – L’Ebit evidenzia una perdita di 235,4 milioni di euro rispetto ai 538,7 milioni di euro del 2011.

Perdita Mediaset 2012 – Il risultato netto di Gruppo ammonta a -287,1 milioni di euro a fronte dell’utile di 225,0 milioni di euro dell’anno precedente. Escludendo gli impatti derivanti da costi di ristrutturazione, da svalutazioni e accantonamenti effettuati per adeguare il valore dei diritti sportivi e le collaborazioni artistiche e dagli oneri fiscali non ricorrenti, il risultato netto sarebbe stato pari a -47,2 milioni di euro.

Indebitamento Mediaset – L’indebitamento finanziario netto di Gruppo per effetto delle efficaci azioni di contenimento della spesa si è ridotto passando dai 1.890,7 milioni di euro del 1 gennaio 2012 ai 1.712,8 milioni di euro del 31 dicembre 2012.

 

Previsioni per il 2013: restano le incognite

Come si sottolineava nella premessa il 2012 è stato l’anno peggiore della storia della quotazione Mediaset. E sul 2013 che genere di previsioni si possono fare? Secondo le indicazioni della società l’anno che si appena aperto presenta molte incertezze. Nei primi mesi dell’anno, infatti, la raccolta pubblicitaria sta registrano una nuova flessione rispetto allo stesso periodo del 2011. Il calo della raccolta è comunque in linea con l’ultimo trimestre del 2012. Una debole speranza su una ipotetica ripresa è descritta dai principali clienti e dai media buyers nei rispettivi paesi. 

In Italia, il Gruppo rimane focalizzato nell’implementazione del previsto piano di riduzione della spesa che decrescerà di 450 milioni di euro all’anno, obiettivo da raggiungere entro il 2014. Il risultato conseguito nel 2012 (un risparmio di oltre 300 milioni di euro rispetto ai previsti 250) fa ben sperare di raggiungere l’annunciata riduzione strutturale in anticipo sulla tabella di marcia triennale.

Argomenti: Borsa Milano, Mediaset