Dividendo Intesa Sanpaolo 2015 a 7 centesimi, utile netto 2014 a 1,25 miliardi

di , pubblicato il

intesa sanpaoloBuone notizie per i possessori di azioni Intesa Sanpaolo. Il consiglio di amministrazione della banca, infatti, proporrà all’assemblea la distribuzioni di un dividendo Intesa Sanpaolo 2015, relativo ossia all’esercizio 2014, pari a 7 centesimi per ciascuna azione ordinaria posseduta per un monte dividendi complessivo che è pari a 1,2 miliardi di euro. Il dividendo per le azioni risparmio, invece, è pari a 0,081 euro. Per l’esercizio appena iniziato, Intesa Sanpaolo ha confermato il target di 2 miliardi per quanto concerne il monte dividendi.

 

Data di stacco dividendo Intesa Sanpaolo 2015

Il pagamento del dividendo, se approvato dall’assemblea, avrà luogo a partire dal giorno 20 maggio 2015, con stacco delle cedole giorno 18 maggio.

 

Utile Intesa Sanpaolo 2014 in forte aumento

La consistenza della cedola è chiaramente il frutto di quelli che sono stati i risultati che la banca ha messo nell’esercizio che si è appena concluso. Un anno, importante, che ha segnato il ritorno di Intesa all’utile. Il consiglio di amministrazione, infatti, ha reso noto che l’utile al 31 dicembre era pari 1,251 miliardi di euro contro la perdita di 4,55 miliardi del 2013. Escludendo l’aumento retroattivo della tassazione relativa alla partecipazione in Banca d’Italia l’utile sarebbe ammontato a 1,690 miliardi (+38,8% rispetto a 12 mesi fa escludendo l’impairment di goodwill e intangibili). Nel solo quarto trimestre l’utile netto è stato di 48 milioni di euro contro i 261 milioni del consensus Bloomberg.

La banca, inoltre, ha mandato in archivio lo scorso esercizio con proventi operativi pari a 16,9 miliardi di euro, in aumento del del 4% rispetto ai risultati del 2013. Leggera progressione per gli oneri operativi che sono saliti del 3% a quota 8,54 miliardi di euro. Il risultato della gestione operativa ha messo a segno un miglioramento del 5,1% su base annua a quota 8,35 miliardi di euro.

 

La solidità patrimoniale di Intesa Sanpaolo

Buone notizie per Intesa Sanpaolo anche per quanto concerne il fronte patrimoniale. Il Common Equity Ratio (tenendo conto dei dividendi già maturati) è stato infatti pari al 13,6% considerando i criteri transitorio e al 13,3% considerando i criteri a regime.

 

La reazione di Piazza Affari

Il ritorno all’utile da parte di Intesa Sanpaolo è stato salutato positivamente dai mercati. Subito dopo la diffusione delle indicazioni preliminari relative all’esercizio 2014, infatti, una pioggia di acquisti ha iniziato a bersagliare un titolo che ora guadagna circa 4 punti percentuali facendo decisamente meglio dell’Ftse Mib.

 

 

Argomenti: , , ,