Dividendo Enel 2018 a 0,237 euro (acconto e saldo), ricavi 2017 in aumento

di , pubblicato il
Enel non riesce a restare positiva in una giornata difficile per tutta la borsa di Milano e cede alle vendite dopo i conti 2017

Il consiglio di amministrazione di Enel ha deciso di proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo Enel 2018, relativo ossia all’esercizio 2017, pari a 0,237 euro per azione. La cedola si compone di un acconto di 0,105 euro che fu staccato a gennaio 2018 e di un saldo della cedola che è pari a 0,132 euro per azione. Il saldo sul dividendo Enel 2018 sarà staccato il 23 luglio e messo in pagamento il 25 luglio. Rispetto a un anno fa, il dividendo Enel è superiore del 32% rispetto a quello pagato nel 2016 ed è superiore di circa il 13% rispetto al dividendo minimo di 0,21 euro per azione garantito per l’esercizio 2017. Complessivamente il monte dividendi Enel per il 2017 risultati essere pari a 2,41 miliardi di euro.

Per quello che riguarda i risultati 2017, Enel ha chiuso l’esercizio con ricavi pari a 74,64 miliardi di euro, in aumento del 5,7% rispetto ai 70,59 miliardi di euro realizzati nell’esercizio precedente e un margine operativo lordo che è stato pari a 15,65 miliardi di euro, in miglioramento del 2,5% rispetto ai 15,28 miliardi di euro del 2016. Ad impressionare il mercato, comunque, è stato soprattutto il forte aumento dell’utile netto Enel che è passato da 2,57 miliardi a 3,78 miliardi di euro con un rialzo del 47%. L’incremento dell’utile è stato causato da una riduzione degli oneri finanziari sul debito, dalla plusvalenza derivante dalla cessione di Bayan Resources e dal diverso impatto negli esercizi 2017 e 2016 dell’adeguamento di valore della partecipazione in Slovak Power Holding. Per finire, a fine 2017 l’indebitamento finanziario netto ha toccato i 37,41 miliardi di euro, in calo dello 0,4% rispetto ai 37,55 miliardi di euro rilevati a inizio anno.

Per quello che riguarda le previsioni sull’esercizio 2018, Enel ha confermato i target finanziari per il 2018.

Il colosso elettrico punta a chiudere l’esercizio in corso con un Ebitda ordinario di 16,2 miliardi di euro e un utile netto ordinario di circa 4,1 miliardi. I dividendo minimo per azione sarà pari a 0,28 euro.

I buoni conti 2017 e le indicazioni sul dividendo non sono state sufficienti al titolo del colosso dell’elettricità per girare in positivo. Il titolo Enel a metà mattinata sta segnando un ribasso dello 0,4% contro un Ftse Mib in flessione dell’1,4%.

 

Argomenti: , ,