Dividendo Enel 2013: stime al ribasso degli analisti

Gli analisti dicono la loro sul dividendo del colosso elettrico

di Carlo Robino, pubblicato il

Enel in controtendenza rispetto all’andamento generale di Piazza Affari. In questo momento la società elettrica sottoperforma il Ftse Mib (-0,41% contro il +0,68% dell’indice) pagando la debolezza del settore delle utilities. Intanto gli analisti cominciano a fare le prime stime sui dividendi 2013 dopo la pubblicazione dei risultati preliminari del 2012 (Enel centra gli obiettivi sul debito nel 2012). Secondo il consensus, la cedola che Enel staccherà in favore dei propri azionisti si attesterà tra gli 0,145 e gli 0,15 euro per azione. Si tratterebbe quindi di una sensibile riduzione rispetto all’anno scorso: nel 2012 fu pagata, infatti, una cedola complessivamente pari al 0,26 euro. Se venissero confermate le previsioni degli analisti, il dividendo Enel 2013 dovrebbe rendere il 5% considerando le attuali quotazioni del titolo (2,9 euro per azione).

Argomenti: Borsa Milano, Enel