Dividendo Caltagirone 2013 invariato, ricavi 2012 in calo

Il calo dei ricavi di Caltagirone è da imputare alla performance negativa del comparto editoria e grandi opere

di Enzo Lecci, pubblicato il

Il dividendo che Caltagirone riconoscerà ai suoi azionisti nel 2013 sarà pari a 0,03 euro per azione, la stessa consistenza della cedola distribuita nel 2012. Lo ha deciso il cda della quotata che oggi ha approvato i risultati al 31 dicembre 2012. La conferma dei dividendi può essere considerata come inevitabile e scontata alla luce di quelli che sono stati i numeri del gruppo nell’anno che si è appena chiuso.

 

Data di stacco dividendo Caltagirone 2013: le indicazioni del cda

Il dividendo sarà messo in pagamento a partire dal 23 maggio con data di stacco il 20 maggio e con record date alla data del 22 maggio 2013.

 

Risultati Caltagirone 2012: le principali voci di bilancio

Il Gruppo Caltagirone, attivo nei settori del cemento, dell’editoria, dei grandi lavori e finanziario, ha chiuso l’anno con ricavi operativi a quota 1,41 miliardi di euro in diminuzione del 2,7% rispetto a un anno fa. La flessione dei ricavi è da imputare al calo dei fatturati nel comparto editoria e grandi opere, due segmenti molto esposti alla crisi.

In calo anche il Margine operativo lordo che è stato pari a 126,3 milioni di euro, in diminuzione del 16,5% rispetto al precedente esercizio. Indicazioni non buone anche da risultato operativo che è stato negativo per 8,2 milioni di euro (era positivo per 50,9 milioni di euro al 31 dicembre 2011).

Il Risultato netto della gestione finanziaria, invece, è si negativo per 26,8 milioni di euro ma comunque in miglioramento del 73,8% rispetto al dato al 31 dicembre 2011, quando fu negativo per 102 milioni di euro.

Per finire, la posizione finanziaria netta è negativa per 168,2 milioni di euro (negativa per 107,9 milioni di euro al 31 dicembre 2011). La variazione rispetto al precedente esercizio è conseguenza degli investimenti industriali, degli investimenti netti in azioni quotate effettuate sul mercato, della distribuzione di dividendi, nonchè del fabbisogno finanziario derivante dalla gestione delle società operative.

 

Argomenti: Borsa Milano, Caltagirone