Dividendo Brembo 2013 a 0,4 euro, boom utile netto

Migliorano tutti gli indicatori: bene ricavi e Ebitda nel 2012

di Enzo Lecci, pubblicato il

I possessori di azioni Brembo possono sorridere. Il cda della quotata, infatti, ha proposto un dividendo 2012 pari a 0,4 euro contro, il 33% in più della cedola che fu distribuita lo scorso anni. I dividendi 2013 di Brembo saranno messi in pagamento a partire dal 16 maggio con stacco della cedola il 13 maggio 2013.

Il balzo in avanti del dividendo è stata la diretta conseguenza del forte incremento dell’utile netto che, rispetto al precedente esercizio, ha fatto registrare un balzo dell’81,1%. Bene anche tutti gli altri indicatori con il fatturato in crescita del 10,7% a 1.388,6 milioni grazie al contributo positivo delle applicazioni per auto, moto e competizioni e l’Ebitda in crescita del 15,3% a 171,6 milioni. Sostanzialmente stabile il livello di indebitamento di Brembo.

 

Risultati Brembo 2012: il dettaglio

 

Ricavi Brembo 2012 – I ricavi netti consolidati sono pari a € 1.388,6 milioni, in incremento del 10,7% rispetto ai € 1.254,5 milioni dell’anno precedente.

Le applicazioni che hanno maggiormente contribuito alla crescita dei ricavi del Gruppo sono quelle per auto, cresciute del 16,2% rispetto all’anno precedente, quelle per competizioni (+6,3%) e per motociclette (+3,6%).

Le vendite del settore veicoli commerciali sono in contrazione del 5,1% e riflettono il perdurare della crisi congiunturale europea.

 

Ebitda Brembo 2012 – Il margine operativo lordo (EBITDA) dell’esercizio ammonta a € 171,6 milioni (12,4% dei ricavi), in incremento del 15,3% rispetto allo scorso anno.

Il margine operativo netto (EBIT) è pari a € 89,4 milioni (6,4% dei ricavi), in progresso del 21,9% da fine 2011.

Gli oneri finanziari netti ammontano a € 6,5 milioni (€ 17,2 milioni nel 2011) e si compongono di differenze cambio positive per € 5,1 milioni (€ 6,3 milioni per differenze cambio negative nel 2011) e da altri oneri finanziari netti per € 11,6 milioni (€ 10,8 milioni nel precedente esercizio). Si precisa che le differenze cambio sono mere poste contabili generate dalla conversione in Euro dei finanziamenti in valuta estera.

Il risultato prima delle imposte si attesta a € 82,8 milioni (€ 54,7 milioni a fine 2011).

 

Utile Brembo 2012 – Il periodo chiude con un utile netto di Gruppo di € 77,8 milioni, in crescita dell’81,1% rispetto a € 42,9 milioni dell’anno precedente.

 

Argomenti: Borsa Milano, Brembo