Dividendo A2A 2013, la cedola ci sarà e il titolo vola

Tarantini non si fa illusioni: il 2013 sarà un anno difficile per A2A

di Enzo Lecci, pubblicato il

Scatto in avanti di A2A a Piazza Affari in merito alle nuove indiscrezioni sul dividendo 2013 relativo ossia all’esercizio 2012. Il titolo della multiutility sta mettendo in cassaforte oltre 3 punti in scia alle dichiarazioni del presidente del consiglio di gestione, Graziano Tarantini, a Economiaweb.it. Tarantini ha tranquillizzato gli investitori affermando che  il dividendo sarà riconosciuto e anticipando che il payout massimo sarà del 60%.

Durante l’intervista Tarantini ha anche preannunciato il ritorno di una marginalità positiva delle attività in Montenegro. Tornando sui conti relativi all’esercizio che si appena chiuso, il manager ha anche affermato che il mol 2012 riuscirà a superare quota 1 mld di euro. Nessun facile ottimismo sul 2013 che sarà un anno decisamente difficile come lo è stato il 2012.

 

 

Argomenti: A2a, Borsa Milano