Delisting WDF: 13 novembre addio a Piazza Affari, ecco i risultati provvisori dell’OPA

Dufry: risultati provvisori della procedura di obbligo di acquisto

di , pubblicato il

WDF BorsaBorsa Italiana ha disposto che le azioni dell’Emittente siano sospese dalla quotazione sul Mercato Telematico Azionario nelle sedute dell’11 e 12 novembre 2015 e revocate dalla quotazione a partire dalla seduta del 13 novembre 2015 (delisting).

 

OPA World Duty Free: i risultati provvisori

Intanto con riferimento alla procedura per l’adempimento dell’obbligo di acquisto ai sensi dell’articolo 108, comma 2, del TUF da parte dell’Offerente relativo a n.

16.680.884 dell’Emittente corrispondenti al 6,55% del capitale sociale di WDF , iniziata il 19 ottobre 2015  si rende noto che, in data odierna, si è concluso il periodo concordato con Borsa Italiana S.p.A. per la presentazione delle richieste di vendita. Il pagamento del corrispettivo della Procedura per l’Obbligo di Acquisto, fissato in Euro 10,25 per ciascuna Azione Residua di cui è stata richiesta la vendita, avrà luogo in data 11 novembre 2015.
Sulla base dei dati provvisori forniti da Banca IMI S.p.A., (Intermediario Incaricato del Coordinamento e della Raccolta delle Adesioni), l’Offerente rende noto che, anche per effetto di acquisti effettuati sul mercato, alla Data di Pagamento del Corrispettivo dell’Obbligo di Acquisto risulterà titolare di 246.030.182 azioni WDF, pari al 96.66% del capitale sociale dell’Emittente.

Procedura Congiunta. Pertanto, così come indicato nel Documento di Offerta e nel comunicato del 23 ottobre 2015, ricorrono i presupposti per l’esercizio, da parte dell’Offerente, del diritto di acquisto previsto dall’articolo 111 del TUF e per l’adempimento dell’obbligo di acquisto previsto dall’articolo 108, comma 1, del TUF, attraverso una procedura congiunta, avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie dell’Emittente ancora detenute dal mercato alla Data di Pagamento del Corrispettivo dell’Obbligo di Acquisto corrispondenti a 8.489.818 e pari al 3.34% del capitale dell’Emittente.
Il prezzo per ogni Ulteriore Azione Residua da corrispondere all’esito della Procedura Congiunta sarà uguale al Corrispettivo dell’Obbligo di Acquisto (ossia Euro 10,25).
Al fine di dar corso alla Procedura Congiunta, in data 13 novembre 2015, l’Offerente confermerà all’Emittente l’avvenuto deposito di un importo pari al controvalore complessivo del prezzo di acquisto delle Ulteriori Azioni Residue sul Conto Rilevante presso la Banca Garante dell’Esatto Adempimento e la disponibilità di tale importo.

Da tale giorno avrà efficacia il trasferimento della titolarità delle Ulteriori Azioni Residue in capo all’Offerente, con conseguente annotazione sul libro soci da parte dell’Emittente ai sensi dell’articolo 111, comma 3, del TUF.
Le modalità di svolgimento della Procedura Congiunta verranno confermate nel comunicato contenente i risultati definitivi della Procedura dell’Obbligo di Acquisto che verrà pubblicato in data 9 novembre 2015.

Argomenti: ,