Delisting Parmalat: Lactalis alle prese con i creditori

di , pubblicato il
Citi ha un credito da un miliardo di euro nei confronti di Parmalat e questo complica il delisting

Il delisting di Parmalat potrebbe fare i conti con il problema dei creditori. Secondo il Sole24Ore, il delisting promosso da Lactalis potrebbe incontrare un ostacolo talmente grosso da essere messo a rischio. Il quotidiano di Confindustria ha ricordato che ad oggi Parmalat ricade ancora nella procedura di concordato decisa a suo tempo dal risanatore Enrico Bondi. Alla luce di questa situazione, a tutti i creditori dovranno essere assegnate azioni di Parmalat. Se la società italiana non dovesse essere più quotata tali azioni diventerebbero difficili da scambiare e potrebbero creare un caso giuridico.

In particolare il quotidiano di Confindustria ha ricordato che Citigroup vanta ancora un credito da un miliardo di euro nei confronti di Parmalat. Per questo motivo, fino a a quando non sarà risolta la posizione nei confronti della banca americana, il delisting di Parmalat potrebbe essere a rischio. Insomma l’addio di Parmalat da Piazza Affari non è da ritenersi scontato (Borsa Italiana: Parmalat esce dal FTSE Italia Mid Cap, entra IVS Group).

Argomenti: