Decreto salva banche

Con decreto salva banche si indica il provvedimento con cui il governo Renzi è intervenuto alla fine del 2015 per salvare dal fallimento 4 banche di medio piccole dimensioni ossia la Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, la Banca Marche, la Cassa di Risparmio di Ferrara e la Cassa di Risparmio di Chieti

1

Banca Ifis: partecipazione pro-quota al processo di risoluzione di quattro banche italiane

I contributi al Fondo di Risoluzione Nazionale finora richiesti a Banca IFIS sono pari a complessivi 8,5 milioni di euro

di Enzo Lecci
2

Caso Tercas: possibile restituzione degli aiuti ricevuti? Maccarone fa il punto

Il Fondo di Risoluzione non può intervenire per la "piccola" Banca Tercas e allora vanno cercate altre strade per sboccare la situazione che si è creata con l'Europa

di Enzo Lecci
3

Decreto salva banche. Quanto è costato salvare Banca Marche, Banca Etruria, CaRi Chieti e CaRi Ferrara?

Monte dei Paschi, Ubi banca, Intesa Sanpaolo e Unicredit hanno partecipato al salvataggio di Banca Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Chiesti e Cassa di Risparmio di Ferrara

di Enzo Lecci
4

Salvataggio Banca Marche, Carife, Etruria e Carichieti: da Intesa Sanpaolo 1,71 miliardi di euro

Intesa Sanpaolo partecipa pro-quota al processo di risoluzione di quattro banche italiane

di Enzo Lecci
5

Decreto salva-banche: il governo approva le misure per CariFerrara, Banca Marche, Banca Etruria e CariChieti

Il decreto varato dal governo per salvare 4 banche non prevede alcuna forma di finanziamento o supporto pubblico alle banche in risoluzione o al Fondo nazionale di risoluzione

di Enzo Lecci
6

Banca Marche, CariFerrara, Banca Etruria e CariChieti rischiano liquidazione: 2 mld di aiuti in arrivo?

Entro la fine dell'anno, le banche italiane che rischiano la liquidazione dovrebbero ricevere un supporto tramite il Fondo Interbancario

di Enzo Lecci
7

Banca Marche e le altre 11. Perchè le banche piccole e medie sono in crisi?

Dopo l'amministrazione straordinaria disposta dal Tesoro per Banca delle Marche, sono 12 gli istituti sottoposti a commissariamento. Tutti di piccole e medie dimensioni, alla ricerca di capitali che non arrivano e privi di un piano industriale

di Giuseppe Timpone