Crollo STM: target margine lordo quarto trimestre delude mercato?

Una raffica di vendite mette al tappeto STM ma la ragione della sfiducia non è sui conti ma sui target

di Enzo Lecci, pubblicato il
Una raffica di vendite mette al tappeto STM ma la ragione della sfiducia non è sui conti ma sui target

Stm affonda sul Ftse Mib. Al giro di boa delle 13,30 la quotata del settore dei microchip sta segnando un ribasso del 9% che consacra il titolo come il peggiore del paniere di riferimento di Piazza Affari. Le vendite sono iniziate fin dal momento dell’apertura ma si sono poi progressivamente intensificate (STM in ribasso nonostante la trimestrale positiva). Il crollo di Stm è indirettamente causato dalla trimestrale della quotata. A preoccupare, infatti, non sono tanto i conti dei primi nove mesi quanto l’outlook sulla parte restante dell’anno. Stm ha chiuso il terzo trimestre terzo trimestre con ricavi pari a 2,52 miliardi di dollari in aumento del 18% e un utile netto balzato del 57% a 369 milioni di dollari. Il produttore prevede per il quarto trimestre un incremento dei ricavi del 5,7% a circa 2,7 miliardi di dollari, mentre il margine lordo resterà invariato al 39,8% circa. Tali indicazioni si raffrontano con le stime degli analisti per un fatturato di 2,7 miliardi di dollari e un margine lordo del 40,2%.

Durante la conference call di presentazione dei conti, il Cfo di Stm, Lorenzo Grandi, ha affermato: “Non vediamo un significativo miglioramento del margine lordo. L’efficienza della produzione compenserà la pressione sui prezzi che vediamo”.

Argomenti: STMicroelectronics