Crisi Astaldi: due opzioni per il salvataggio (che non sarà indolore)

Secondo alcune indiscrezioni è anche possibile che il salvataggio di Astaldi possa passare da uno spacchettamento in due

di Enzo Lecci, pubblicato il
Secondo alcune indiscrezioni è anche possibile che il salvataggio di Astaldi possa passare da uno spacchettamento in due

Ci sarebbero due opzioni per il salvataggio della società italiana Astaldi travolta da una crisi senza precedenti. A fare il punto della situazione è stato un articolo apparso sul Sole24ore che ha aggiornato sul piano di ristrutturazione dell’azienda che sarà varato nell’ambito della procedura di concordato in continuità aziendale. Secondo il quotidiano di Confindustria sarebbero due le potenziali soluzioni per il salvataggio del gruppo italiano. La prima ipotesi di salvataggio “punta a iniettare risorse fresche nel capitale dell’azienda attraverso l’ingresso di un nuovo socio”. Secondo il Sole24Ore a questo si accompagnerebbe poi “il riconoscimento, da parte di un altro soggetto, di nuova finanza”. Questa, per il quotidiano di Confindustria, è la prima ipotesi. Ci sarebbe poi una seconda opzione che punta allo spacchettamento di quella che oggi è Astaldi in due Astaldi diverse. Da un lato ci sarebbe una Astaldi che ha il suo core nelle concessioni e dall’altro una seconda Astaldi che ha il suo core nelle commesse.

La presenza di ipotesi di salvataggio così diverse tra loro, conferma che la strada per giungere ad una soluzione è ancora lunga.

Argomenti: Astaldi