Creval: per ora dossier fusioni nel cassetto e il titolo soffre

Sia l'Ad che il presidente di Creval conferma che eventuali decisioni su fusioni non sono imminenti

di Enzo Lecci, pubblicato il
Sia l'Ad che il presidente di Creval conferma che eventuali decisioni su fusioni non sono imminenti

Creval in calo del 3,5% nel corso della mattinata. Le azioni del Credito Valtellinese pagano l’assenza di novità per quello che riguarda il dossier fusioni. L’amministratore delegato delle banca, Mauro Selvetti, ha affermato che nel breve termine la priorità di Creval è il rilancio del business. Per quello che riguarda una futura aggregazione il manager ha invece affermato: “Si vedrà, è una materia di competenza del cda”. La linea di Selvetti è la stessa del neo presidente Luigi Lovaglio che in una intervista aveva precisato che la banca della Valtellina è concentrata sul ritorno a una redditività sostenibile, per poi valutare solo in una fase successiva un’eventuale matrimonio con un altro istituto nell’arco di un biennio. Le parole dei due manager confermano quindi che, perlomeno nei prossimi mesi, il dossier aggregazioni non sarà tra le priorità del Credito Valtellinese.

Argomenti: Credito Valtellinese