Creval e le manovre di Credit Agricole: facciamo il punto

Credito Valtellinese in rialzo nella seconda seduta della settimana ma il focus resta su Credit Agricole

di Enzo Lecci, pubblicato il
Credito Valtellinese in rialzo nella seconda seduta della settimana ma il focus resta su Credit Agricole

Il rapporto tra Creval e Credit Agricole è sempre in primo piano tra gli investitori. Recentemente Philippe Brassac, Ceo di Crédit Agricole, ha affermato che “la partnership con Creval è di tipo assicurativo e la partecipazione di minoranza è volta a consolidare il nostro partenaraiato: potremo salire fino a poco meno del 10% ma il nostro non è un ruolo di controllo”. Ricordiamo che la banca francese è entrata nel capitale di Creval con il 5% nei mesi scorsi nell’ambito di una partnership nella bancassurance. L’intesa prevede la possibilità di salire fino al 9,9% nell’eventualità in cui la collaborazione venisse estesa ad altre aree di business. Il Ceo del gruppo francese ha poi affermato che “La nostra priorità è la crescita organica senza escludere la crescita esterna. Quello che interessa al Crédit Agricole è avere una presenza completa e di lungo termine in Italia; detto ciò siamo interessati a opportunità di piccole dimensioni che possono aumentare la nostra presenza ma solo se non rappresentano un elemento di rottura”.

Ricordiamo che il nuovo piano industriale 2019-2022 di Creval sarà reso noto a cavallo tra febbraio e marzo 2019.

Il titolo Creval segna in borsa una progressione dell’1,3%.

Argomenti: Credit Agricole