Crediti deteriorati: a che punto sono MPS e Banco BPM?

Monte dei Paschi e Banco BPM sono pronte a fare ulteriori passi in avanti sulla cessione degli NPL

di Enzo Lecci, pubblicato il
Monte dei Paschi e Banco BPM sono pronte a fare ulteriori passi in avanti sulla cessione degli NPL

Con l’arrivo di settembre torna di attualità la questione dei crediti deteriorati. Il Sole24Ore ha fatto il punto sulle varie operazioni che potrebbero subire una accelerazione nel corso dell’autunno. In particolare l’attenzione del quotidiano di Confindustria è stata rivolta a Monte dei Paschi e Banco Bpm. Secondo il Sole24Ore, Mps dovrebbe essere tra le prime banche a riprendere in mano il dossier Npl. La banca toscana avrebbe inviato i teaser del cosiddetto progetto Merlino, “che prevede la cessione di circa 2,5 miliardi di non performing loan di tipo unsecured”. Grande movimento anche in casa Banco Bpm. L’operazione lanciata dall’istituto sarebbe ad un punto cruciale e dovrebbe “concentrarsi su un portafoglio di sofferenze che potrebbe variare, a seconda delle decisioni della banca da 3,5 miliardi fino a circa 8-9, con annessa vendita della piattaforma”.

Insomma attenzione massima su Monte dei Paschi e Banco Bpm per quello che riguarda gli Npl.

Argomenti: Banco BPM, Crisi delle banche, Monte Paschi Siena