Come sarà l’Enel del futuro? Il piano di Starace piace al mercato

L'Enel del futuro sarà sempre più internazionale e sempre più verde

di Enzo Lecci, pubblicato il

enelInizia a prendere forma l’Enel targata Francesco Starace, l’amministratore delegato del colosso dell’elettricità fresco di nomina. Nel corso di una intervista al Financial Times, il numero uno di Enel ha affermato che le nuove linee strategie dell’utility puntano sull’espansione in Africa, America e Middle East attraverso le rinnovabili ma anche mediante più tradizionali investimenti in impianti gas. Nel futuro, l’attività di Enel non sarà organizzata sui paesi ma sulle funzioni operative (Generazione, Trasmissione, Distribuzione e Vendita), questo perchè il colosso dell’energia assumerà caratteristiche sempre più internazionali. Il cambio di organizzazione interna non potrà chiaramente non avere delle ripercussioni sul fronte dei risparmi.

 

Rating Enel sempre buy per Equita

Le indiscrezioni pubblicate dalla stampa inglese sull’Enel del futuro non hanno lasciato indifferente Piazza Affari con gli investitori che stanno premiando la quotata (+1,46% e maglia rosa sull’Ftse Mib per Enel). I contenuti dell’intervista di Starace sono stati oggetto di una riflessione da parte della sim milanese Equita. Scrivono gli esperti: “Riteniamo che, considerata la fase di maturità dei mercati europei, l’attenzione ai mercati internazionali (emergenti) sia il naturale sbocco per il business tradizionale Enel, con una struttura che ormai può replicare rapidamente il business model anche in nuove aree geografiche” (Enel: Equita conferma Rating e Target).

Argomenti: Borsa Milano, Enel