Come reagirà Piazza Affari al deficit/PIL al 2,4% previsto nel DEF?

Gli investitori guardano a quella che sarà la reazione dei mercati dopo la nota di aggiornamento al DEF

di Enzo Lecci, pubblicato il
Gli investitori guardano a quella che sarà la reazione dei mercati dopo la nota di aggiornamento al DEF

Riflettori puntati su Piazza Affari per captare quelli che potrebbero essere i primi segnali della reazione dei mercati ai target e ai contenuti presenti nel DEF approvato ieri sera dal governo. Come noto il governo 5 Stelle Lega ha deciso di alzare al 2,4% per i prossimi 3 anni il target sul deficit/Pil nonostante il parere contrario del ministro dell’economia Tria. L’incremento del target è stato varato per includere tutte le risorse necessarie per coprire le promesse elettorali fatte soprattutto dal Movimento 5 Stelle a partire dal reddito di cittadinanza. Tra le azioni da monitorare ci sono ovviamente quelle delle banche che ieri sono affondante in scia proprio alle indiscrezioni sui contenuti della nota di aggiornamento al DEF. Quale sarà oggi la reazioni dei titoli del settore bancario, i più sensibili all’andamento dello spread Bto Bund?. 

A titolo di cronaca bisogna comunque evidenziare che il possibile effetto negativo sui mercati potrebbe essere mitigato oggi dalla chiusura molto forte della borsa di Tokyo.

Argomenti: Borsa Milano