Cnh Industrial: nel terzo trimestre 2019 la redditività operativa è stata peggiore delle stime

Ricavi delle attività industriali scesi del 6%; Ebitda adj e Ebit adj inferiori alle stime ed entrambi in contrazione al -11,5%; utile netto adj sostanzialmente stabile ma sopra le attese; rivista guidance sul 2019. Titolo a -2,11%

di , pubblicato il
Ricavi delle attività industriali scesi del 6%; Ebitda adj e Ebit adj inferiori alle stime ed entrambi in contrazione al -11,5%; utile netto adj sostanzialmente stabile ma sopra le attese; rivista guidance sul 2019. Titolo a -2,11%

CNH Industrial archivia il terzo trimestre 2019 con tutti i principali aggregati economico-finanziari in calo. Ricavi delle attività industriali scesi del 6%; Ebitda adj e Ebit adj inferiori alle stime ed entrambi in contrazione al -11,5%; utile netto adj sostanzialmente stabile ma sopra le attese.

Intorno alle 15:10 il titolo scende di circa il 2,11% a 10,2 euro

Conto economico terzo trimestre 2019

CNH Industrial nel terzo trimestre 2019 ha contabilizzato ricavi consolidati in diminuzione del 5% (-3% a parità di cambi) a 6,4 miliardi di dollari rispetto al pari periodo del 2018. I ricavi netti delle attività industriali sono scesi del 6% (-3% a cambi costanti) a 5,9 miliardi di dollari, mentre il consensus attendeva 6,3 miliardi.

L’Ebitda adjusted e l’Ebit adjusted delle attività industriali sono diminuiti dell’11,5% a 523 milioni (vs 499 milioni del consensus) con una marginalità all’8,9% (-60 punti base) e, rispettivamente a 284 milioni (vs 305 milioni del consensus) con un ros al 4,8% (-30 punti base).

Il trimestre è stato archiviato infine con con un utile netto adjusted sostanzialmente stabile a 221 milioni (206 milioni il consensus).

Situazione patrimoniale e finanziaria

Al 30 settembre l’indebitamento netto delle Attività Industriali ammonta a 2,4 miliardi di dollari, risultando in aumento di 868 milioni di dollari rispetto a fine giugno 2019.

Nel terzo trimestre, il free cash-flow delle Attività Industriali è stato pari a un utilizzo di 1,1 miliardi di dollari derivante dall’aumento del capitale di funzionamento, principalmente dovuto a un saldo dei debiti commerciali inferiore risultante dalla normale stagionalità e dai recenti adeguamenti della produzione derivanti dalla frenata della domanda e dalle scorte elevate.

L’indebitamento totale è pari a 23,9 miliardi di dollari al 30 settembre 2019, in calo di 0,5 miliardi di dollari rispetto al 30 giugno 2019.

Sempre a fine settembre 2019, la liquidità disponibile è pari a 9,4 miliardi di dollari, in diminuzione di 0,4 miliardi di dollari rispetto al 30 giugno 2019. Ciò è dovuto al fatto  l’utilizzo di cassa nel trimestre, da parte delle Attività Industriali, è stato parzialmente compensato dall’emissione da parte di CNH Industrial Finance Europe S.A. di un prestito obbligazionario di 500 milioni di euro con cedola fissa dell’1,625% e scadenza nel 2029.

Outlook

Alla luce dei suddetti risultati il management della società  le stime sul 2019 sono state aggiornate come segue:

  • Ricavi netti delle Attività Industriali rivisti tra 26,5 e 27 miliardi di dollari;
  • Risultato diluito per azione adjusted(2) confermato in crescita anno su anno tra il 5% e il 10%
    nell’intervallo tra 0,84 e 0,88 dollari per azione;
  • Indebitamento netto delle Attività Industriali a fine 2019 rivisto tra 0,6 e 0,4 miliardi di dollari,

 

.
Argomenti: , ,

I commenti sono chiusi.