Clabo crolla in borsa dopo decisioni su aumento di capitale

Clabo affonda sotto i colpi delle vendite e nonostante i buoni conti semestrali pubblicati venerdì

di Enzo Lecci, pubblicato il
Clabo affonda sotto i colpi delle vendite e nonostante i buoni conti semestrali pubblicati venerdì

Seduta drammatica per il titolo Clabo a Piazza Affari. La quotata si sta avvicinando al giro di boa delle 13,30 con un ribasso di oltre il 5%. Il crollo di Clabo è da mettere in relazione con quanto avvenuto lo scorso venerdì quando la società attiva nel settore delle vetrine espositive professionali per gelaterie, pasticcerie, bar, caffetterie ed hotel, ha annunciato che il consiglio di amministrazione ha deliberato di convocare l’assemblea straordinaria dei soci il prossimo 5 ottobre per sottoporre a votazione un aumento di capitale per massimi 4,9 milioni di euro. Nella nota diffusa da Clabo possiamo leggere che la società “ritiene opportuno proporre agli azionisti un’operazione di aumento di capitale al fine di reperire le nuove risorse finanziarie da utilizzarsi nell’ambito dell’attività della società e al fine di perseguire la relativa strategia di investimento e sviluppo”.

Sempre venerdì Clabo ha presentato anche i dati relativi al primo semestre. La quotata ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con ricavi pro-forma pari a 31 milioni di euro e un Ebitda rettificato che si è attestato a 3,6 milioni, in aumento del 19% rispetto a un anno fa.

Argomenti: Clabo