Chiusura Borsa Tokyo: l’Italia fa tremare i mercati

Segno fortemente negativo per la piazza finanziaria giapponese che teme l'effetto esplosivo delle elezioni italiane sull'Europa

di Carlo Robino, pubblicato il

Prima reazione dei mercati finanziari sull’esito acquisito delle elezioni politiche italiane. La chiusura della Borsa di Tokyo non è stata infatti positiva con l’indice Nikkei-225 che è calato del 2,26% a 11.398,81 punti mentre il più largo Topix ha lasciato sul terreno l’1,42% a 966,77 punti. La più che probabile ingovernabilità dell’Italia spaventa gli investitori giapponesi che temono il ritorno dell’instabilità finanziaria nell’intera zona euro. A pesare sulla negativa performance del listino asiatico  il rafforzamento dello yen che è balzato ai massimi da oltre un mese. Ora la valuta nipponica quota 119,295 per un euro, moneta considerata un bene rifugio in un momento di tensione sui mercati. Conseguentemente molto in ribasso l’andamento dei titoli delle società fortemente orientate all’export. Toyota ha perso l’1,7%, Honda  il 3,1%, Canon l’1,5% e Sony il 3,7%.

Argomenti: Borsa Giappone