Chiusura Borsa Tokyo in rosso: la Cina rallenta

La manifattura della Cina va in contrazione a maggio: duro colpo per l'azionario nipponico

di Carlo Robino, pubblicato il

Prosegue la correzione della Borsa di Tokyo che avvia la nuova settimana sulla falsariga della scorsa ottava. In chiusura di contrattazioni, il Nikkei-225 ha ceduto il 3,7% a 13.261,82 punti mentre il Topix ha lasciato sul campo il 3,4% a 1.096,95 punti. Oltre a fattori meramente tecnici, oggi a sostenere le vendite è stato il nuovo rallentamento della Cina con il Pmi manifatturiero che scendendo a 49,2 punti in maggio segnala la contrazione delle attività. Il settore bancario-finanziario è stato protagonista di una flessione sensibile (-9%) dopo il rally partito all’inizio dell’anno. Sul fronte dei titoli di società esportatrici, a fronte dell’apprezzamento dello yen, Toyota ha perso il 3,3%, Sony  il 5,4%, Honda  il 2,5% e Panasonic il 2,9%. 

Argomenti: Borsa Giappone