Chiusura Borsa Tokyo in rialzo: il Giappone allenta la stretta monetaria

Alla notizia di possibili manovre espansive della Banca Centrale, lo yen riacquista competitività e spinge su territori positivi l'indice Nikkei

di Carlo Robino, pubblicato il

Seduta positiva quella di ieri per la Borsa di Tokyo. In chiusura di contrattazioni l’indice Nikkei-225 ha guadagnato lo 0,7% a 10.578,57 punti, mentre il Topix ha registrato un rialzo dello 0,8% a 879,05 punti. Come sempre l’andamento sulla piazza nipponica è stato influenzato dal corso della valuta nazionale, lo yen. Nella mattinata il rafforzamento della moneta ha spinto gli investitori a realizzare nei confronti delle società dedite all’export, trascinando così al ribasso gli indici. Ma già nella seconda parte della seduta, l’indebolimento dello yen su euro e dollaro ha invertito il segno degli indici. Ad aumentare la fiducia tra gli operatori del Paese del Sol Levante ci ha pensato la notizia secondo la quale la Banca Centrale del Giappone starebbe valutando di raddoppiare il suo target di inflazione e di aumentare il suo programma d’acquisto di asset. Su questo quadro la seduta di ieri ha registrato un volume di scambi ancora una volta molto elevato: sono stati più di 3,67 miliardi i titoli passati di mano sul mercato primario.

Argomenti: Borsa Giappone, Borsa Milano