Chiusura Borsa Milano: Unicredit prende per mano l’Ftse Mib

L'Ftse Mib ha chiuso la settimana con una seduta colorata di verde. Un report di Citi vivacizza il comparto bancario e lancia Unicredit

di Enzo Lecci, pubblicato il

piazza affari rossoLa Borsa di Milano, e con essa tutte le altre borse europee, è riuscita a dare continuità alla progressione di ieri chiudendo la settimana in verde. La buona intonazione di Piazza Affari è emersa fin dall’avvio delle contrattazioni. Milano, infatti, ha avviato gli scambi con l’indice Ftse Mib in leggera progressione grazie alla particolare tonicità di alcuni titoli come ad esempio Telecom Italia che ha subito tratto beneficio da alcuni numeri emersi nel corso del cda di ieri sera. Ad impressionare positivamente gli investitori sono stati soprattutto i riferimenti al Margine Operativo Lordo e al livello di indebitamento a fine 2013. Entrambi i parametri dovrebbero centrare i target fissati da Telecom e questo chiaramente non può che far piacere al mercato (Apertura Borsa Milano: Telecom e Mediolanun protagonisti. Ftse Mib in verde).

Telecom a parte, l’Ftse Mib è stato spinto in avanti fin dalle ore 9,00 anche dalla buona performance di alcuni specifici titoli bancari che hanno tratto beneficio da un report di Citi sul settore (per un approfondimento a riguardo si legga: Avvicinandosi alla fine del tunnel. Prospettive delle banche italiane per Citi). Molto tonica nella prima parte della mattinata anche Mediolanum grazie all’avvio di una nuova copertura, da parte della stessa Citi, con rating buy (Mediolanum: Citi avvia una nuova copertura).

A parte il rally di questi specifici titoli, per tutta la prima parte della giornata la Borsa di Milano si è mantenuta su ritmi decisamente contenuti anche a causa del clima di attesa per la pubblicazione del tasso di disoccupazione in Usa nel mese di gennaio.

Dopo la diffusione dell’importante dato macro, Piazza Affari è sembrata per un attimo in balia del significato da dare alle nuove indicazioni sul mondo del lavoro Usa (Previsioni apertura Wall Street, futures positivi. Ecco come interpretare i dati macro di oggi). L’avvio positivo della Borsa di Wall Street, però, ha scacciato ogni dubbio e Piazza Affari si è subito allineata presentandosi al traguardo delle 17,30 con l’Ftse Mib in progressione dello 0,96%.

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

Tra i titoli più effervescenti in quest’ultima seduta settimanale c’è stato Unicredit. La big del settore bancario ha messo a segno un balzo del  3,55% grazie alla promozione a buy ricevuta da Citi  (Unicredit: Citi alza il Rating a Buy, target price inalterato).

In verde anche Intesa (+0,1%), Banco Popolare (+0,56%), Ubi Banca (+0,62%) e Banca Popolare di Milano (+1%). Unico bancario a chiudere in rosso è stato Monte dei Paschi che ha lasciato sul terreno l’1,15%.

Euforia anche sul comparto del risparmio gestito con Azimut che ha guadagnato il 2% e Mediolanum che ha chiuso in progressione del 4,62%. Giornata positiva anche per Buzzi Unicem (+4,60%) e per Telecom Italia che ha messo in cassaforte il 2,79% (Buzzi Unicem, preliminari 2013: ricavi in calo del 2,1%).

 

Argomenti: Borsa Milano