Chiusura Borsa Milano: Telecom superstar, bene le banche

L'Ftse Mib ha mandato in archivio la seduta con una progressione dello 0,85%. Vola Autogrill

di Enzo Lecci, pubblicato il

Borsa milano neraChiusura di contrattazioni all’insegna del verde per la Borsa di Milano. A Piazza Affari, infatti, l’Ftse Mib ha messo a segno una progressione dello 0,85% ispirata ancora da quello che è stato l’esito delle elezioni europee di domenica scorsa che hanno sancito, nel nostro Paese, la vittoria del Partito Democratico guidato da Matteo Renzi. L’entusiasmo dei mercati per l’affermazione del PD è talmente consolidato che, nonostante gli indicatori sullo stato di salute dell’economia del nostro paese non siano positivi, gli acquisti a Piazza Affari proseguono indisturbati proiettando l’Ftse Mib verso importanti traguardi (L’Italia sprofonda nella crisi: 6 mln di senza lavoro. Giovani in fuga all’estero).

Tornando a Piazza Affari, l’andamento dell’indice di riferimento è stato positivo per tutta la giornata. Il buon esito dell’asta di BOT a 6 mesi ha consolidato il verde che si è poi mantenuto stabile anche nel pomeriggio nonostante l’avvio stentato di Wall Street (BOT semestrali: tassi in ribasso e buona domanda. Focus sulle mosse della BCE e Apertura Wall Street: indici contrastati, Twitter detta legge).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

Tra le big di Piazza Affari a brillare in modo particolare nella seduta di oggi è stata Telecom Italia. Il titolo del colosso delle tlc si è subito imposto fin dall’apertura della contrattazioni grazie al report decisamente benevolo di Goldman Sachs (Telecom Italia è da comprare con convinzione. Gli analisti spiegano perchè). Molto bene anche il comparto bancario con Banco Popolare che ha guadagnato il 2,47%, Banca Popolare dell’Emilia Romagna in progressione dell’1,67% e Mediobanca a +0,55%. Toniche anche nel big del settore con Intesa Sanpaolo avanti dell’1,92% e Unicredit a +1,27%. La maglia rosa della seduta è comunque andata a Autogrill che ha messo a segno un balzo del 4,22% grazie alle nuove indicazioni sul secondo trimestre (Autogrill vede un secondo trimestre migliore del primo).

 

Argomenti: Borsa Milano