Chiusura Borsa Milano: STM va giù, bene i bancari

di , pubblicato il

Borsa milano neraIn una giornata decisamente interlocutoria, a causa della festività del 2 giugno, la Borsa di Milano ha messo a segno una chiusura con il segno positivo. Pochissimi gli spunti per gli investitori durante tutto l’arco della giornata. A metà mattinata sono stati pubblicati gli indici Pmi manifattura di Italia, Spagna, Francia, Germania ed Eurozona relativi al mese di maggio (per tutti i “numeri” si legga:  PMI manifattura: Italia, Germania e Francia a maggio rallentano). Nonostante la leggera flessione dell’attività manifatturiera, Piazza Affari si è mantenuta in verde, senza subire contraccolpi neppure dal passaggio in negativo della Borsa di Wall Street che, dopo un avvio in positivo, ha annullato i guadagni (Apertura Wall Street: indici positivi, attesa per Ism manifattura).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

L’Ftse Mib si è presentato al traguardo delle 17,30 con una progressione dello 0,77%. Pochi i titoli protagonisti nell’odierna seduta. Complice, infatti, il clima tipicamente festivo, a fare la cronaca della giornata tra le quotate di un certo peso sono state solo Telecom Italia e STM. La prima ha messo a segno un verde dell’1,65%, mentre STM ha lasciato sul terreno il 2,58% a causa del downgrade di Citi (Telecom Italia: Jefferies alza il Target Price, rating inalteratoSTMicroelectronics: Citi abbassa il Rating).

Tra i bancari segno verde per Banca Popolare di Milano che ha guadagnato l’1,42%. Più contenuti i segni verdi di Intesa Sanpaolo che ha chiuso a +1,06% e di Unicredit (+1,17%). Tra gli altri bancari, per finire, segnaliamo il +0,57% di Banco Popolare, il +0,68% di Mps e il +0,67% Bper.

 

Argomenti: