Chiusura Borsa Milano: Saipem rialza la testa, MPS in rosso

L'Ftse Mib ha mandato in archivio la seduta con una progressione dello 0,66% grazie ai numerosi segni "più" tra i bancari

di Enzo Lecci, pubblicato il

Borsa Milano Ftse MibE’ stata Saipem la grande protagonista dell’odierna seduta di Piazza Affari. Dopo aver ravvivato una mattinata decisamente sotto tono, la quotata ha annullato gran parte del suo verde in scia alla pubblicazione della trimestrale per poi riprendere il volo e chiudere con una progressione di oltre 4 punti percentuali (Trimestrale Saipem: utile in forte calo, confermata la guidance).

Prima di scendere però nel dettaglio relativo all’andamento dei singoli titoli vediamo brevemente quella che è stata la cronaca della seduta odierna con Piazza Affari che ha aperto gli scambi attestandosi su un moderato segno verde. Per tutta la prima parte della mattinata a spingere il listino di riferimento sono stati i titoli del comparto bancario ad eccezione di MPS su sui si sono invece concentrate le prese di beneficio dopo il rally dei giorni scorsi (Apertura Borsa Milano: Saipem sale in cattedra, MPS maglia nera tra i bancari). Nel corso della mattinata, poi, il verde è aumentato di intensità grazie ai dati macro in arrivo dalla Germania (Piazza Affari si rafforza: indice IFO meglio della attese in Germania). Sempre durante la prima parte della giornata il numero uno della BCE Draghi ha affermato che l’EuroTower è pronta a varare una nuova LTRO per aiutare le banche (BCE, Draghi: pronti ad agire contro bassa inflazione. Ecco le misure).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

Come abbiamo messo in risalto nella premessa, la grande protagonista della seduta è stata Saipem (+4,02% il risultato di chiusura). Molto tonico anche il comparto bancario con Banco Popolare che ha chiuso a +3,37%, Banca Popolare di Milano in progressione dello 0,89%, Unicredit a +1,30% e Intesa Sanpaolo in rialzo dello 0,65%. Controvento MPS che ha perso oltre un punto percentuale. Spostandoci al comparto industriale segnaliamo il calo dell’1,57% di Fiat. Il Lingotto non sembra aver apprezzato l’analisi di Banca Akros (Trimestrale Fiat: ecco le prime anticipazioni. Gli analisti invitano all’acquisto).

 

Argomenti: Borsa Milano