Chiusura Borsa Milano: MPS e BPER sprofondano, Ftse Mib in verde

Piazza Affari archivia con un verde la penultima seduta della settimana. Molto bene Finmeccanica

di Enzo Lecci, pubblicato il

piazza affari degliChiusura di seduta tinta di verde per la Borsa di Milano. A Piazza Affari, infatti, l’Ftse Mib si è presentato al traguardo delle 17,30 con una progressione dello 0,84%. La reazione della borsa italiana (e prima di essa della piazza di Tokyo: La Borsa di Tokyo chiude a +1,6%, grazie all’annuncio della Fed) alle decisioni di politica monetaria della FED sembrerebbe quindi essere stata positiva (per un esame approfondito sull’esito del Fomc FED si legga: La Fed rassicura sui tassi, ma saliranno prima delle attese). Al di là delle decisioni della Federal Reserve e dell’impegno della Yellen a mantenere una politica monetaria accomodante, oggi l’umore degli investitori è stato condizionato anche dalle notizie in arrivo dall’Argentina (Argentina, giudice USA avverte: illegale la ristrutturazione del debito).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

A polarizzare, ancora una volta, tutta l’attenzione degli investitori è stata Monte dei Paschi. La quotata senese, con l’andamento odierno, ha mostrato di essere estremamente volatile. Il risultato di chiusura, del resto, è la migliore dimostrazione dell’estrema particolarità del trend di MPS fin dal giorno dell’avvio dell’aumento di capitale (-14,56% dopo numerose sospensioni per eccesso di ribasso: MPS sospesa, raffica di vendite sul titolo). Seduta da dimenticare anche per Banca Popolare dell’Emilia Romagna che ha perso il 4,17% nel giorno in cui sarà deciso il prezzo dell’aumento di capitale (Aumento capitale BPER: focus sul prezzo. Ecco le ultime previsioni). Decisamente meglio gli altri bancari con BPM che ha perso lo 0,66%, Intesa a -0,65 e Unicredit che ha addirittura guadagnato l’1,26%.

Tra le altre quotate in evidenza segnaliamo Enel e Finmeccanica. Il colosso dell’elettricità ha messo in cassaforte l’1,96% in scia alle rassicurazioni sull’impegno di Spagna mentre la quotata della Difesa ha guadagnato il 3,91% dopo la smentita delle notizie in merito a una possibile  incorporazione di AnsaldoBreda (Delisting Endesa in arrivo? Secca smentita di Enel e Finmeccanica spicca il volo: smentita incorporazione AnsaldoBreda).

Argomenti: Borsa Milano