Chiusura Borsa Milano: MPS e BPER sprofondano, Ftse Mib in verde

Piazza Affari archivia con un verde la penultima seduta della settimana. Molto bene Finmeccanica

di , pubblicato il

piazza affari degliChiusura di seduta tinta di verde per la Borsa di Milano. A Piazza Affari, infatti, l’Ftse Mib si è presentato al traguardo delle 17,30 con una progressione dello 0,84%. La reazione della borsa italiana (e prima di essa della piazza di Tokyo: La Borsa di Tokyo chiude a +1,6%, grazie all’annuncio della Fed) alle decisioni di politica monetaria della FED sembrerebbe quindi essere stata positiva (per un esame approfondito sull’esito del Fomc FED si legga: La Fed rassicura sui tassi, ma saliranno prima delle attese). Al di là delle decisioni della Federal Reserve e dell’impegno della Yellen a mantenere una politica monetaria accomodante, oggi l’umore degli investitori è stato condizionato anche dalle notizie in arrivo dall’Argentina (Argentina, giudice USA avverte: illegale la ristrutturazione del debito).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

A polarizzare, ancora una volta, tutta l’attenzione degli investitori è stata Monte dei Paschi. La quotata senese, con l’andamento odierno, ha mostrato di essere estremamente volatile. Il risultato di chiusura, del resto, è la migliore dimostrazione dell’estrema particolarità del trend di MPS fin dal giorno dell’avvio dell’aumento di capitale (-14,56% dopo numerose sospensioni per eccesso di ribasso: MPS sospesa, raffica di vendite sul titolo). Seduta da dimenticare anche per Banca Popolare dell’Emilia Romagna che ha perso il 4,17% nel giorno in cui sarà deciso il prezzo dell’aumento di capitale (Aumento capitale BPER: focus sul prezzo. Ecco le ultime previsioni). Decisamente meglio gli altri bancari con BPM che ha perso lo 0,66%, Intesa a -0,65 e Unicredit che ha addirittura guadagnato l’1,26%.

Tra le altre quotate in evidenza segnaliamo Enel e Finmeccanica. Il colosso dell’elettricità ha messo in cassaforte l’1,96% in scia alle rassicurazioni sull’impegno di Spagna mentre la quotata della Difesa ha guadagnato il 3,91% dopo la smentita delle notizie in merito a una possibile  incorporazione di AnsaldoBreda (Delisting Endesa in arrivo? Secca smentita di Enel e Finmeccanica spicca il volo: smentita incorporazione AnsaldoBreda).

Argomenti: