Chiusura Borsa Milano: l’Ftse Mib rialza la testa, volano i bancari

Giornata del recupero a Piazza Affari: tra i titoli maggiormente in evidenza anche Enel

di Enzo Lecci, pubblicato il

Borsa Milano Ftse MibCome nel più classico dei movimenti di borsa, per l’Ftse Mib oggi è stato il giorno del recupero. Se ieri, infatti, Piazza Affari aveva rimediato un pesantissimo passivo da imputare al vero e proprio tracollo di alcuni titoli, oggi per il paniere di riferimento della nostra borsa è stato il giorno del più classico dei riscatti. Il dato finale (+3,44%) non lascia spazio a dubbi e interpretazioni di sorta. Il balzo di oggi è stato possibile proprio grazie alla buona performance di alcuni di quei titoli che appena 24 ore fa si stavano leccando le ferite. 

In termini generali a sostenere Piazza Affari sono state le buone indicazioni in arrivo dalla Cina con il Pil trimestrale che è cresciuto leggermente oltre le attese pur in un quadro caratterizzato da alcune criticità (In Cina la crescita rallenta e la bolla immobiliare rischia di scoppiare). Le indicazioni macroeconomiche in arrivo da Pechino non hanno impattato positivamente solo sulle borse europee ma hanno fatto sentire la loro eco fin a Wall Street (Apertura Wall Street: produzione industriale meglio delle attese, indici su).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

Il poderoso balzo in avanti dell’indice di riferimento (+3,44% a 21.534 punti alle ore 17,30) è stato il frutto della buona intonazione dei titoli del comparto bancario a partire da quella MPS che ieri aveva tanto influito sul pessimo risultato di chiusura. Oggi Monte dei Paschi ha fatto registrare una progressione del 2,76% in scia alle indiscrezioni sul cda di domani (Aumento capitale MPS da 5 miliardi: convocato per domani il cda). Alla banca senese e alla fase particolare che MPS sta attraversando abbiamo dedicato un lungo report di cui vi consigliamo la lettura:Aumento capitale MPS a 5 miliardi, ecco cosa c’è dietro.

Tornando ai numeri, tra i bancari più in forma segnaliamo:  Banco Popolare che ha guadagnato il 7,79%, BPER a +8,59%, Banca Popolare di Milano in progressione del 6,49% e Ubi Banca che ha messo in cassaforte il 7,56% (Piazza Affari si riscopre grande. Ubi Banca vola sull’Ftse Mib e BPM sospesa, boom di acquisti sul titolo).  Molto bene anche le prime linee con Unicredit avanti del 5,87% e Intesa Sanpaolo a +4,52%.

Andando a dare un’occhiata negli altri comparti segnaliamo il +4,3% di Enel (oggi per il colosso elettrico non sono mancati numerosi report di analisti: Enel si illumina di verde. Ecco i nuovi giudizi degli analisti) e il balzo di Saipem che ha guadagnato il 3,44% in scia alle notizie su nuovi importanti contratti (Saipem si aggiudica 2 contratti sostanziosi in Angola).

 

 

Argomenti: Borsa Milano