Chiusura Borsa Milano: Leonardo in rosso, volano Unipol e UnipolSAI - Finanza e Borsa - InvestireOggi.it Finanza e Borsa – InvestireOggi.it

Chiusura Borsa Milano: Leonardo in rosso, volano Unipol e UnipolSAI

Seduta negativa per la Borsa di Milano. Sul Ftse Mib da segnalare il ritorno di A2A ai livelli di 7 anni fa

NOTIZIE SU:  Borsa Milano
PER APPROFONDIRE: Chiusura Borsa Milano
Borsa Milano

Chiusura di contrattazioni tinta di rosso per la Borsa di Milano. A Piazza Affari, infatti, il Ftse Mib ha messo a segno un ribasso dello 0,54%. Per tutta la durata della sessione, il clima sul listino principale della Borsa è stato quantomeno incerto. Complice anche il clima di attesa per le tante questioni che disturbano i sonni dell’Eurozona, nonchè a causa dell’assenza di spunti macro di un certo peso, a Piazza Affari oggi si è visto ben poco. La stessa apertura in positivo della Borsa di Wall Street non ha dato a Milano la spinta per passare in verde (Apertura Wall Street: indici poco mossi, agenda macro vuota).

In questo contesto a fare la storia della seduta sono state alcune singole quotate. Fin dall’apertura delle contrattazioni, in particolare, la scena è stata catturata da Leonardo. Il colosso della Difesa è subito affondato a causa dei timori connessi con la decisione del Tesoro di sostituire l’ad Moretti con l’ex Unicredit Profumo. Su questa questione si sono anche espressi gli analisti di Kepler Cheuvreux (Azioni Leonardo non più da comprare: quotazione a picco dopo cambio Moretti-Profumo). Le paure hanno zavorrato Leonardo fino alla chiusura con il titolo che ha rimediato un calo del 3,6%.

Il rosso ha colorato anche altri titoli di primo piano come Recordati che ha perso l’1,82% e Tenaris che ha chiuso in calo dell’1,77%.

Per quanto concerne invece le quotate che hanno chiuso in positivo, va posto l’accento su Unipol e UnipolSAI. La prima ha messo in cassaforte il 2,5% (Quotazione Unipol in vetta al Ftse Mib, upgrade di target price da Barclays) mentre la seconda ha guadagnato il 2,44%. Seduta da incorniciare anche per A2A che ha chiuso con un balzo dell’1,48% salendo ai massimi da 7 anni (Quotazione A2A ai massimi da 7 anni. Cosa spinge gli acquisti?).

 

0 Commenti

Commenti

Per inviare un commento devi fare il login.