Chiusura Borsa Milano: crolla Tenaris, vola A2A

Indici ancora prudenti a Milano. Gli investitori attendono l'esito delle consultazioni di Renzi

di Enzo Lecci, pubblicato il

piazza affari degliNuova seduta all’insegna dell’incertezza e della prudenza a Piazza Affari. L’andamento odierno dell’Ftse Mib è stato analogo a quello dei giorni scorsi a conferma di un approccio ben preciso da parte parte degli investitori italiani. I mercati, in altre parole, confermano la loro intenzione di attendere l’esito delle consultazioni avviate da Renzi prima di prendere una precisa posizione (per un aggiornamento si legga: Grillo nell’incontro non fa parlare Renzi e gli nega la fiducia).

In questo conteso a Piazza Affari anche oggi c’è stato posto soltanto per la cronaca di alcune singole quotate che si sono mostrate più dinamiche dell’Ftse Mib grazie ad alcune precise news che le hanno viste come protagoniste. Ci riferiamo, nello specifico, a A2A e a Saipem. La prima è stata oggetto di forti acquisti in scia alla pubblicazione dei risultati preliminari 2013  giudicati molto positivamente dal mercato (per i numeri di A2A si legga: A2A: ricavi preliminari 2013 in calo del 13%, bene il MOL) mentre Saipem, frizzante soprattutto nelle prime battute dell’odierna seduta, ha tratto spunto dai rumors su un possibile interesse da parte di una società norvegese (Saipem nel mirino dei norvegesi. Ecco perchè i mercati restano scettici).

Molte tranquillità invece tra le big del settore bancario con Unicredit e Intesa Sanpaolo che hanno praticamente ignorato la scontatissima decisione di Moody’s di alzare l’outlook da negativo a stabile in scia a quanto avvenuto nei giorni scorsi con il rating della Repubblica Italiana.

Nessun contributo particolare è poi arrivato a Milano dall’apertura della Borsa di Wall Street. La piazza americana, infatti, è sembrata decisamente prudente in vista della pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione della Fed (attesa per le ore 20 italiane) e a causa del tracollo dei nuovi cantieri avviati (Apertura Wall Street: indici in calo in attesa dei verbali Fed).

 

Chiusura Borsa Milano: i colori dell’Ftse Mib

L’indice di riferimento della borsa di Milano si è presentato al traguardo delle 17,30 con una flessione dello 0,2%. La maglia rosa della giornata è andata ad A2A che ha chiuso la seduta con una progressione del 5,21%. Sul fronte opposto segnaliamo invece il tonfo di Tenaris che, dopo una giornata da dimenticare, si è presentata al traguardo delle 17,30 con un ribasso di oltre 6 punti percentuali (Tenaris va a fondo. Cosa sta succedendo al titolo? e Crolla Tenaris! Banca Akros e Kepler Cheuvreux non lasciano scampo).

Per quanto concerne le altre quotate segnaliamo anche di Banco Popolare (-1,78% su prese di beneficio), Montepaschi (-0,67) e Unicredit (-1,50%). Ha finito la seduta tingendosi di rosso anche Mediobanca che ha perso lo 0,21% nonostante i buoni risultati trimestrali (Semestrale Mediobanca: raddoppia l’utile, battute le attese).

 

 

Argomenti: Borsa Milano

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.