Chiusura Borsa Milano: crolla Saipem, Ftse Mib in verde - Finanza e Borsa - InvestireOggi.it Finanza e Borsa – InvestireOggi.it

Chiusura Borsa Milano: crolla Saipem, Ftse Mib in verde

Il Ftse Mib chiude la seconda seduta della settimana con una leggera progressione in avanti. Bene Exor mentre UBI Banca è rossa

NOTIZIE SU:  Borsa Milano
PER APPROFONDIRE: Chiusura Borsa Milano
borsa milano Ftse Mib

Seduta senza grandi spunti per la Borsa di Milano. Il Ftse Mib, infatti, al termine di una giornata “vissuta” con continue oscillazioni attorno alla parità, si è presentato al traguardo con un verde dello 0,33%.

In assenza di dati macroeconomici di peso, e con il pensiero già rivolto al discorso di domani di Trump (Previsioni apertura Wall Street: futures cauti in attesa di Trump), sono state le singole storie societarie ad influenzare l’economia complessiva della seduta.

In primo piano ci sono stati i titoli del settore bancario con Unicredit e BancoBPM che, sopratutto questa mattina, sono stati al centro di vendite dovute alle prese di beneficio. L’impressione che si è avuta oggi è che la fase positiva delle banche stia scemando anche perchè la stessa UBI Banca, nonostante le novità sulle good banks, ha chiuso in negativo (Azioni BancoBPM e Unicredit in rosso). I dati di chiusura sono stati comunque contrastanti con BancoBPM che ha perso un frazionale 0,07%, UBI Banca che ha lasciato sul parterre l’1,34% e Unicredit che si è “salvata” chiudendo a +0,22%.

Oltre alla banche a fare la cronaca della seduta è stata anche Saipem. La quotata del settore oil ha indossato oggi la maglia nera chiudendo con un pesante -4,24% a causa dell’esclusione dalla lista dei preferiti decisa da Goldman Sachs (Azioni Saipem non sono più preferite da Goldman Sachs, quotazione in rosso).

Per quello che riguarda invece i migliori titoli della giornata, ad imporsi è stata, ancora una volta, la galassia del Lingotto. Più nello specifico la maglia rosa della seduta è andata a Exor che ha chiuso a +2,4% davanti a CNH Industrial che ha messo in cassaforte il 2,23%. Più staccata FCA che ha rimediato un +1,1%.

 

0 Commenti
 

Commenti

Per inviare un commento devi fare il login.