Chiusura Borsa Milano: CNH Industrial e Ferragamo in testa, male Unipol

Il Ftse Mib chiude la seduta con il segno verde e FCA grande protagonista. Galassia Unipol sul fondo

di Enzo Lecci, pubblicato il
Il Ftse Mib chiude la seduta con il segno verde e FCA grande protagonista. Galassia Unipol sul fondo

Segno positivo in chiusura di contrattazioni per la Borsa di Milano. A Piazza Affari il Ftse Mib ha tagliato il traguardo con un rialzo dello 0,53%. A sostenere il paniere di riferimento della borsa sono stati alcuni titoli come Cnh Industrial e Salvatore Ferragamo che, dopo essersi mossi per tutta la giornata in verde, hanno poi chiuso in vetta. In verità la maglia rosa oggi sarebbe dovuta andare a Fca ma il titolo del Lingotto, dopo un’apertura scoppiettante, ha rallentato la sua corsa chiudendo poi con un verde dello 0,5%. Al di là del dato di chiusura, comunque, a spingere in alto oggi le azioni Fca sono state oggi le buone notizie in arrivo dagli Stati Uniti tra le quali la decisione della multinazionale di assegnare un bonus di 2000 dollari agli oltre 60mila dipendenti americani del Lingotto  (FCA “tentata” dai 20 euro/azione? Bonus a dipendenti Usa lancia gli acquisti).

Tornando alle prime della classe, Cnh Industrial ha tagliato il traguardo con una progressione del 2,16% mentre Salvatore Ferragamo ha rimediato un rialzo dell’1,3% sostenuto dallo spin off di Puma (Salvatore Ferragamo rinasce: mercato si interroga su spin off di Puma).

Tra le quotate in rosso, invece, in affanno è apparsa la galassia Unipol con entrambi i titoli (UnipolSAI e, appunto, Unipol) in ribasso di circa un punto percentuale. Segno negativo anche per FinecoBank che, dopo le recenti buone performance, è stata al centro di prese di profitto e ha quindi chiuso la seduta con un calo dello 0,52%.

Ultima segnalazione della giornata è per Monte dei Paschi che, grazie al successo del bond lanciato ieri, ha chiuso la seduta con un rialzo del 2,2% a quota 4,018 euro per azione (MPS sfiora i 4 euro dopo collocamento bond Monte dei Paschi).

Condividi su
flipboard icon
Seguici su
flipboard icon
Argomenti: Borsa Milano