Chiusura Borsa Milano: Saipem e BPER Banca sul fondo, Ftse Mib debole

di , pubblicato il
La Borsa di Milano chiude sui minimi a causa delle debolezza delle banche. Maglia rosa della seduta a Banca Mediolanum

Segno negativo per la Borsa di Milano nella penultima seduta della settimana. Dopo le decisioni di ieri della Federal Reserve sui tassi di riferimento (costo del denaro aumentato di 25 punti base) e l’esito del board Bce di oggi (tassi confermati al livello attuale), il Ftse Mib ha rimediato una chiusura con il segno negativo. Il paniere di riferimento di Piazza Affari, infatti, ha tagliato il traguardo con un ribasso dello 0,92%. In termini generali, il principale indice azionario della borsa si è mosso in negativo a partire dalla seconda metà della mattinata ma è stato poi nel pomeriggio che il passivo si è allargato nonostante la buona apertura di Wall Street (Apertura Wall Street: indici in rialzo, Walt Disney subito protagonista).

In questo contesto ad occupare la vetta del Ftse Mib è stata Banca Mediolanum che ha chiuso con una progressione dell’1,7%. Giornata di acquisti anche per Yoox Net a Porter che ha tagliato il traguardo con un rialzo dell’1,5% e per Generali che ha chiuso avanti dell’1%. Tra le quotate che invece si sono tinte di rosso, troviamo alcuni di quei titoli che nei giorni scorsi avevano registrato performance positive. E’ stato questo il caso di Saipem che, dopo i verdi accumulati nelle ultime sedute, ha rimediato oggi un calo dell’1,58%. La quotata del settore oil, comunque, non è stata la peggiore sul Ftse Mib. La maglia nera, infatti, è andata a Recordati che ha chiuso con un calo dell’1,7% mentre a tingersi di rosso tra le banche sono state Intesa Sanpaolo che ha perso l’1,6% e Bper Banca che ha rimediato un calo dell’1,65%.

Da segnalare, per finire, il segno negativo di Poste Italiane (-0,22%) maturato nonostante le indiscrezioni su un accordo con Cassa Depositi e Prestiti (Poste Italiane: su collocamento buoni e libretti c’è accordo con CDP).

Argomenti: