Chiusura Borsa di Tokyo: nulla osta per lo yen debole

Il G20 non ha scatenato la tanto temuta "guerra dei cambi". Yen ancora in discesa

di Carlo Robino, pubblicato il

Inizio di settimana che fa registrare un ulteriore balzo in avanti per il Nikkei-225. L’indice principale della Borsa di Tokyo, in chiusura di contrattazioni, ha guadagnato il 2,09% a quota 11.407,87 punti. Il volume degli scambi è stato molto intenso con  3,13 miliardi di azioni passati di mano sul mercato primario. La piazza giapponese ha fatto un’iniezione di fiducia dopo la pubblicazione del comunicato di chiusura dei lavori del G20 tenutosi nel week end a Mosca. I leader delle principali economie mondiali non hanno deciso di sanzionare la politica monetaria del Giappone senza fare riferimento alcuno al paese asiatico. Ricordiamo che a seguito delle ultime mosse della Banca Centrale giapponese, lo yen negli ultimi tre mesi si è svalutato del 14% e anche ieri ha ceduto lo 0,5% a quota 93,97 contro dollaro spingendo gli acquisti sui principali titoli orientati all’export. Al centro dell’attenzione degli investitori, Toyota in rialzo dell’1,4% e la holding finanziaria Mitsubishi Ufj che ha guadagnato il 4,9%.

Argomenti: Borsa Giappone