Chiusura Borsa di Tokyo: indici su per la nomina alla BoJ

Kuroda nuovo governatore della banca centrale giapponese. Il mercato scommette su politiche monetarie ancora più aggressive

di Carlo Robino, pubblicato il

La chiusura della Borsa di Tokyo è stata ampiamente positiva grazie alla nomina a governatore della Bank of Japan (BoJ) di Haruhiko Kuroda. Secondo gli investitori la scelta di Kuroda implica politiche monetarie ancora più aggressive che potrebbero scatenare per davvero una guerra valutaria nonostante le rassicurazioni arrivate da più parti negli ultimi consessi finanziari internazionali (G7 e G20). In più sono state accolte positivamente le parole del numero uno della Fed, Ben Bernanke, sulla conferma della politica monetaria accomodante negli Stati Uniti. Su questo quadro in cui si è ulteriormente indebolito lo yen, l’indice Nikkei-225 ha ripreso quota rispetto alle ultime due sedute ed è cresciuto del 2,71% a 11.559,36 punti, mentre l’indice Topix ha guadagnato il 2,3% a 975,66 punti. Il volume degli scambi è stato molto intenso con 3,29 miliardi di azioni passate di mano sul primo mercato. Ben acquistati i titoli degli esportatori con Toyota che ha guadagnato il 3,5%, Honda  il 3,8%, Canon il 4% e Sony  il 3,6%.

Argomenti: Borsa Giappone