Chiusura Borsa di Milano: Wall Street manda in rosso il Ftse Mib

di , pubblicato il

piazza affari rossoIn chiusura di contrattazioni la Borsa di Milano ha scivolato dando seguito al trend ribassista avviato a metà pomeriggio. Le dichiarazioni discordanti di alcuni membri della Fed rispetto alla linea ufficiale della banca centrale Usa hanno fatto scivolare Wall Street trascinando così al ribasso tutti i listini europei (Apertura Wall Street in ribasso: si cercano indicazioni dalla Fed). Nonostante uno spread Btp Bund in area 255 punti gli investitori sulla Borsa di Milano hanno manifestato la loro preoccupazione per i dati ancora una volta negativi della nostra economia (Non si arresta la caduta del Pil italiano ma il governo scorge segnali di ripresa). Sul fronte societario banche protagoniste dopo la trimestrale Unicredit, andata al di là delle aspettative (Unicredit festeggia in Borsa i conti del primo semestre). Piazza Cordusio ha messo a segno un +2,16% a 4,256 euro, seguita da Mps (+1,74%), Bper (+0,93%) mentre Ubi ha chiuso con un ribasso dell’1,4%. Seduta brillante per Mediaset (+1,51%) e Campari che ha svettato con un +4,13% dopo la pubblicazione dei conti del semestre (Semestrale Campari: restrizioni alle scorte, crollano utili e margini). Di tutt’altro segno invece gli scambi per Pirelli (-5,14%) e Telecom Italia (-1,88% ). Il produttore di pneumatici ha deluso dopo la revisione al ribasso dei target 2013 mentre il colosso tlc ha subito le valutazioni negative dei broker (Telecom Italia: Jp Morgan abbassa il Target Price, rating inalterato e Telecom Italia: Deutsche Bank abbassa il Target Price, rating inalterato). Su questo quadro il Ftse Mib ha ceduto lo 0,44% a quota 16.683,17 punti.

Argomenti: