Chiusura Borsa di Milano: rimbalzo MPS, crollano Fonsai e Mediaset

di , pubblicato il

Borsa milano neraLa Borsa di Milano archivia l’ultima seduta dell’anno (Piazza Affari resta chiusa domani e l’1 gennaio 2014) all’insegna di un clima poco movimentato dato il clima festivo. L’asta dei Btp non ha riservato grosse sorprese (Asta BTP di fine anno senza interesse) mentre oggi sono mancati completamente i dati macroeconomici (Calendario macroeconomico oggi 30 dicembre: asta BTP in primo piano). Il Ftse Mib ha stabilizzato il +16,5% accumulato nel 2013 chiudendo la seduta odierna a 18.967,71 punti grazie a un progresso dello 0,06%. Tra le vicende societarie italiane quella di MPS ha rubato nuovamente la scena. Il titolo della banca di Siena dopo un avvio incerto (Apertura Borsa di Milano: svetta Fiat, male Mps) nel corso della mattinata ha preso vigore chiudendo in rialzo dell’1,39%. Gli acquisti odierni sono sa ricercare in ragioni esclusivamente tecniche dato che la società è nel caos più totale dopo il rinvio a maggio dell’aumento del capitale (MPS: aumento capitale rinviato e adesso? Ecco cosa pensano gli analisti). Da segnalare lo scivolone di Fonsai (-4,24%) nonostante l’accelerazione sulla fusione con Unipol (Fusione Unipol Fonsai: verso la quotazione anticipata della newco?) mentre i rumors oggi hanno sostenuto le quotazioni di Fiat (Fiat in denaro, accordo con Veba già ad aprile?) che ha archiviato la seduta con un +1,89%. Ultima seduta da dimenticare anche per Mediaset (-2,77%). 

Argomenti: ,