Chiusura Borsa di Milano: banche in rosso, tracollo Stm

di , pubblicato il

piazza affari rossoLa Borsa di Milano chiude con un ribasso pari allo 0,94% attestandosi a quota 17.804,87 punti. Le vendite si sono registrate su tutte le principali piazze finanziarie internazionali preoccupate dopo l’accordo politico negli Usa sul budget fiscale. L’intesa trovata nei giorni precedenti apre lo spazio ad un avvio in tempi brevi del tapering Fed ovvero il graduale ridimensionamento dello stimolo monetario da parte della banca centrale Usa. Oggi i dati macroeconomici sulla prima economia mondiale hanno dato indicazioni contrastanti che non hanno fatto altro che acuire l’incertezza generale (Wall Street parte lenta dopo i dati macro). Da registrare oggi le parole del governatore della Bce Mario Draghi che ha parlato di tassi di interesse ancora bassi non risparmiando critica al governo italiano (Draghi boccia Letta: Italia a rischio inosservanza conti pubblici). A Piazza Affari le banche sono state colpite dalle vendite dopo le prese posizioni della Bce (Apertura Borsa di Milano: banche in rosso, vola Ansaldo Sts) con le popolari in forte ribasso. Mps invece ha finito invariata nel giorno del cda (MpS, cosa accade oggi al cda e il risiko della Fondazione). Stm ha ceduto il 2,41% nonostante l’apprezzamento di SocGen (SocGen scommette su STMicroelectronics nel 2014) mentre K.R.Energy oscillando sull’altalena ha chiuso con un -17% (Kr Energy sospesa: azzerati i debiti, via dalla black list Consob).

Argomenti: